Due rimedi naturali efficaci per combattere il mal di gola

15 Febbraio, 2021

Perché ci si ammala più spesso durante l’inverno?

È risaputo che è più facile ammalarsi durante la stagione invernale. Ma perché si è più cagionevoli quando fa freddo?

Per rispondere a questa domanda, è importante ricordare quali sono i sistemi di difesa presenti nelle vie respiratorie. Il principale di questi è il muco che, a differenza di quanto si pensi, è in realtà una delle armi migliori a disposizione del nostro corpo per difenderci da minacce esterne.

In particolare, il muco viene prodotto da particolari cellule che rivestono naso, trachea e bronchi. Lo strato sottile e appiccicoso che ricopre normalmente le vie respiratorie serve proprio ad intrappolare sostanze estranee al nostro organismo che attraverso il naso o la bocca entrano continuamente nel nostro corpo.

Oltre alle cellule mucipare, nelle vie respiratorie sono presenti particolari cellule provviste di ciglia, proiezioni vibratili simili ai peli, che oscillano per “spazzare via” le particelle catturate dal muco e portarle verso l’esterno.

Questo sistema di pulizia, semplice ma efficace, consente di proteggerci in maniera molto efficace.

Purtroppo però ci sono diversi fattori che vanno ad aumentare la probabilità di ammalarsi d’inverno. Per prima cosa, le malattie invernali sono tipicamente di origine virale, questo perché i virus resistono molto bene al freddo, molto più che al caldo.

Ma soprattutto, quando fa freddo passiamo molto più tempo in luoghi chiusi che, essendo spesso affollati, facilitano la diffusione del virus.
Inoltre, entrare ed uscire da un posto chiuso, spesso riscaldato artificialmente e quindi caldo e secco, sottopone il nostro organismo a sbalzi di temperatura.

Questi aspetti purtroppo causano un abbassamento delle difese immunitarie, e il muco in ambienti così secchi si inaridisce, compromettendo la sua efficacia come barriera.

Ecco quindi spiegate le principali cause del perché ci si ammali più d’inverno.

Una volta ammalati, purtroppo, che sia un semplice mal di gola o qualcosa di più, è molto comune trovarsi in farmacia alla ricerca di un rimedio contro i malanni invernali. All’interno dell’ampia gamma dei prodotti proposti per contrastare questi disturbi, ci sono un paio di sostanze che ritroviamo spesso, grazie alla loro efficacia ormai nota e certificata. Queste sono Propoli ed Argento Colloidale.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio perché sono così efficaci.

Propoli: proprietà e usi dell’antibiotico naturale per eccellenza

La Propoli è una sostanza resinosa che le api producono da diverse sostanze raccolte dalle piante. È quindi di origine prettamente vegetale anche se sono le api che, dopo il raccolto, la elaborano con l’aggiunta di cera, polline ed enzimi.

Viene prodotta, in vista della stagione invernale, come materiale da costruzione per difendere, sigillare e proteggere gli alveari.

La Propoli viene usata tradizionalmente per il trattamento delle malattie da raffreddamento ed è in grado di aiutare il sistema immunitario promuovendo l’attività fagocitosica e regolando quella infiammatoria.

Nel suo corredo di principi attivi si possono individuare, oltre a resine e balsami (50%) e cere (30%), un 10% di sostanze volatili (per lo più oli essenziali) e un 10% di materiali organici (per esempio i flavonoidi), pollini, minerali e vitamine.

La componente di resine balsamiche facilita e rinforza il lavoro di barriera della mucosa orofaringea, che, regolando la produzione di muco, riesce ad intrappolare i corpi estranei ed espellerli senza rischi.

Inoltre, i flavonoidi (in particolare la Galangina e Pinocembrina) hanno un ruolo molto importante perché assicurano alla Propoli gran parte delle sue proprietà antimicrobiche.

La Propoli risulta uno dei migliori antibatterici naturali, svolgendo attività batteriostatica e battericida e lavorando anche come antibiotico naturale: impedisce infatti la moltiplicazione dei germi uccidendoli e stimola il sistema immunitario.

Svolge anche una valida azione su molti ceppi di virus, tra cui virus influenzali: in particolare, ne inibisce la crescita e ne rallenta la moltiplicazione. Il suo utilizzo principale è contro il mal di gola, le affezioni delle vie respiratorie (faringiti, tracheiti e tonsilliti) e le affezioni del cavo orale (gengiviti, infiammazioni della lingua, del palato).

Anche la presenza di minerali e vitamine contribuisce al sostegno del sistema immunitario. La complessità delle sostanze presenti nella Propoli la rende un alleato affidabile e sicuro per moltissimi dei disturbi che colpiscono le vie respiratorie, in particolare se di origine infettiva.

Tradizionalmente viene estratta dall’alveare e messa a conservare in una soluzione alcolica, oppure in alcuni casi viene assunta anche grezza. Da allora, per rendere la sua assunzione più facile, se ne producono varianti senza alcool, in caramelle con il miele ed anche in pratici nebulizzatori in prodotti come spray per la gola.

Argento Colloidale: proprietà terapeutiche e utilizzi.

L’Argento Colloidale è una sospensione in acqua di nano particelle di argento. Il termine “colloidale” indica che tale elemento origina una miscela opalescente definita appunto “colloide”, in cui le particelle hanno una dimensione compresa tra i 10 alla -9 e 10 alla -6 m, molto piccole ma ancora rilevabili e non in grado di solubilizzarsi completamente da generare una soluzione perfettamente limpida.

È proprio grazie a questa caratteristica che l’Argento Colloidale svolge il suo effetto terapeutico anche se presente in tracce: le piccolissime dimensioni gli permettono di interagire con batteri, miceti e perfino virus, impedendone la proliferazione in modo completo.

Prima dell’avvento degli antibiotici, questa sostanza veniva usata in moltissimi casi, dal portasapone in bagno, al cucchiaio nel terreno dei fiori, e risultava estremamente efficace nel controllare la proliferazione batterica.

La potente attività antibatterica e antivirale dell’Argento Colloidale abbraccia diversi campi di applicazione. Il suo inserimento nei dispositivi medici per il benessere delle vie respiratorie è sicuro ed efficace, senza effetti collaterali anche per i più piccoli. Diversi studi, infatti, mostrano come l’utilizzo di prodotti contenenti Argento Colloidale su bambini da 0 a 12 anni affetti da riniti virali, abbia determinato la completa guarigione nel 90% dei casi..

L’Argento Colloidale è insapore e inodore, quindi facilmente inseribile nei rimedi contro il mal di gola anche per i bambini.

La soluzione naturale PromoPharma®: Propol AC® Spray Gola

La principale azione svolta da Propoli e Argento Colloidale si verifica nelle vie respiratorie, per questo la maggior parte dei prodotti a base di queste due sostanze viene proposto in forma spray, ad uso esterno o locale. Esistono comunque dei prodotti da ingerire, quindi ad uso interno, ma sono meno utilizzati.

Chi abitualmente assume la Propoli sa che ne esistono diverse forme, dalla tintura madre alla propoli grezza da masticare e che, essendo praticamente priva di effetti collaterali, può essere assunta più volte al giorno durante la fase acuta dei sintomi.

Ognuna di queste forme ha diverse caratteristiche che si differenziano principalmente in prodotti “puri” o più facili da assumere. Il giusto compromesso è rappresentato dallo spray gola, poiché molto pratico e ideale per permettere alla Propoli di depositarsi efficacemente in gola.

Anche per l’argento colloidale lo spray è la soluzione più gradevole, e molti di questi prodotti sono registrati come dispositivi medici, e cioè detraibili a livello fiscale. Ne esistono varianti che non contengono alcool, che possono essere assunte anche dai bambini senza problemi.

PromoPharma® ha ideato uno spray gola: Propol AC® Spray Gola, contenente sia Propoli che Argento Colloidale, per un’azione efficace e completa.

Quando e come utilizzarlo?

Riassumendo, uno spray gola a base di Propoli con l’aggiunta di Argento Colloidale è indicato nei casi di:

  • tosse e raffreddore;
  • patologie batteriche e virali delle prime vie aeree;
  • dolore o fastidio durante la deglutizione;
  • raucedine;
  • faringite;
  • laringite.

Modo d’uso:

  • Bambini dai 2 ai 6 anni: 1 nebulizzazione 2-3 volte al giorno;
  • Bambini sopra i 6 anni: 1-2 nebulizzazioni 2-3 volte al giorno;
  • Adulti: 1-2 nebulizzazioni 3-4 volte al giorno.
Iscriviti alla newsletter

Ci prendiamo cura di te con aggiornamenti e approfondimenti dal mondo PromoPharma