8 rimedi naturali per accelerare il metabolismo

21 Luglio, 2020

Quante volte ci siamo detti, o abbiamo sentito dire dai nostri amici e colleghi, “non riesco a dimagrire perché ho il metabolismo lento”?

Ma che cos’è il metabolismo?

È l’insieme di quei processi biochimici che il nostro organismo utilizza per ricavare energia dagli alimenti e sostanze nutritive che introduciamo quotidianamente per soddisfare le richieste energetiche e strutturali delle nostre cellule. È importante regolare l’introduzione delle sostanze nutritive e quindi apportare il giusto quantitativo di energia che soddisfi le nostre esigenze metaboliche. Tante calorie bruciamo e tante ne dovremmo introdurre.
Per accelerare il metabolismo dobbiamo aumentare il dispendio energetico, che è influenzato da 3 fattori:

  • Metabolismo Basale (60-70% del consumo calorico quotidiano). Il metabolismo basale (MB), o BMR, corrisponde al dispendio energetico di un organismo vivente a riposo, comprendente dunque l’energia necessaria per le funzioni metaboliche vitali (respirazione, digestione, attività del sistema nervoso, ecc.);
  • Termogenesi indotta dalla dieta (10-15%). La TID è un processo metabolico legato al dispendio calorico ogni volta che si ingerisce del cibo;
  • Attività fisica (15-30%).

Incrementare la massa magra e praticare esercizio fisico rappresenta un forte stimolo per le attività metaboliche. Più muscoli si hanno e più calorie vengono consumate durante l’arco della giornata. Un buon tono muscolare aiuta a bruciare più calorie anche durante l’attività fisica, poiché mentre si pratica sport il metabolismo aumenta notevolmente e rimane alto anche per diverse ore dopo l’allenamento.

Metabolismo rallentato

Si parla di metabolismo lento quanto i processi necessari al sostentamento del nostro organismo subiscono un rallentamento.

I sintomi correlati al metabolismo lento possono essere:

  • Tendenza ad aumentare il peso corporeo
  • Astenia
  • Pressione bassa
  • Sensibilità al freddo
  • Iperidrosi
  • Stitichezza
  • Secchezza delle pelle

Alcuni elementi che influenzano il metabolismo sono invece:

  • Stile di vita sedentario
  • Sesso ed età
  • Stress
  • Profilo ormonale

Come stimolare il metabolismo

La massa magra svolge un ruolo fondamentale nella regolazione del metabolismo, in quanto l’esercizio fisico stimola le attività metaboliche del nostro organismo. Più riusciamo ad incrementare la massa muscolare e più calorie riusciamo a consumare.
Il tessuto muscolare rappresenta quella componente del nostro organismo metabolicamente attiva e come tale presenta delle richieste metaboliche differenti rispetto al tessuto adiposo. Per questo motivo, al fine di accelerare il metabolismo si consiglia di svolgere esercizio fisico ad una buona frequenza cardiaca (corsa, nuoto, ciclismo, esercizi con i pesi o a corpo libero ecc.).

8 fitoterapici di aiuto per accelerare il metabolismo

Arancio amaro

La Sinefrina, principio attivo del Citrus Aurantium, stimola in maniera specifica alcuni tessuti come quello adiposo.
La sinefrina incoraggia la termogenesi, aumenta il consumo calorico e attiva quindi una lipolisi piuttosto importante. Questo principio attivo aumenta quindi il metabolismo basale e riduce anche l’appetito.

Guaranà

La caffeina contenuta nei semi di Guaranà aiuta a liberare gli acidi grassi dalle riserve di grasso corporeo, con la possibilità quindi di incrementare la capacità del corpo di bruciare grassi. Le proprietà del Guaranà sono utili ad aumentare la forza e la concentrazione durante un allenamento, perciò questa pianta viene spesso utilizzata nell’ambito dell’integrazione sportiva.

Salice bianco

Il Salice bianco agisce come inibitore delle prostaglandine che ostacolano il rilascio di noradrenalina, riducendo l’energia a disposizione dei processi di lipolisi.

Garcinia cambogia

La Garcinia cambogia presenta una triplice azione: riduce l’appetito e aumenta il metabolismo, facendo sì che anche la massa grassa stoccata nel corpo sia bruciata più rapidamente.
L’acido idrossicitrico contenuto nella Garcinia va ad inibire la riduzione della sintesi di colesterolo e trigliceridi, aiuta quindi ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo e normalizza i livelli di glucosio nel sangue

Guggul

Questa gommoresina svolge un’azione ipolipemizzante capace di ridurre i valori di colesterolo LDL e contemporaneamente aumentare i valori di HDL, grazie ad un aumento del metabolismo epatico dell’LDL-colesterolo. Inoltre esercita anche un’azione stimolante nei confronti della tiroide.

Coleus

La forskolina contenuta nell Coleus ha capacità lipolitiche e induce l’aumento dell’attività dell’enzima che attiva l’ormone tiroideo T3, con effetto termogenico. Inoltre, la forskolina determina un aumento di alcune attività metaboliche, con sviluppo della massa magra: si attivano infatti la fosforilasi nei muscoli scheletrici, la liberazione dell’insulina e la sintesi degli ormoni anabolici.

Pepe nero

La piperina contenuta in questo estratto agisce da termonutriente perché in grado di stimolare la termogenesi.

Vitamina B1, Vitamina B2, Vitamina B12

Le vitamine del gruppo B sono cofattori delle reazioni metaboliche hanno proprietà energizzanti e detossinanti: sono implicate nel metabolismo dei lipidi, dei carboidrati e delle vitamine.

L’integrazione giusta per stimolare il metabolismo

PromoPharma® propone XanaBurn® Brucia, l’integratore alimentare utile a stimolare il metabolismo grazie alla sua azione termogenica (bruciagrassi) ottenuta da fitocomplessi specifici: sinefrina, caffeina e salicina.

Inoltre, Arancio Amaro e Guaranà risultano utili per l’equilibrio del peso corporeo ed il metabolismo dei lipidi; la Garcinia rappresenta un coadiuvante nel controllo del senso di fame.
Con una sola compressa al giorno, a metà mattina, XanaBurn® Brucia agisce in modo mirato sul nostro corpo.

Quando utilizzarlo?

  • Anche se si segue un’alimentazione corretta non si riesce a perdere peso
  • Metabolismo basale lento
  • Appetito eccessivo
  • Alimentazione ricca di grassi

 

Riferimenti bibliografici

1. Lewis Y.S., Neelakantan S. Hydroxycitric Acid – The principal Acid in the Fruit of Garcinia cambogia. Phytochemistry, 1965.
2. Nageswara Rao R. et al. Lipid-lowering and Antiobesity Effect of Hydroxycitric Acid. Nutrition Research, 1988.
3. Boccaccio Inverni C. Piante medicinali e loro estratti in terapia. Cappelli ed., Roma, 1933
4. Benigni R., Capra C., Cattorini P.E. Piante medicinali, chimica, farmacologia e terapia. Inverni della Beffa, Milano, 1962-64.
5. Satyavati G.V. Gugulipid: a promising hypolipidaemic agent from Gum Gugul (Commiphora wightii). Economic and Medicinal Plant Research, vol.5, Academic Press Limited, 1991.
6. Mester L., Mester M., Nityanand S. Inhibition of platelet aggregation by Guggulu steroid. Hippokrates Verlag GmbH, vol. 37 (367-369), 1979.
7. Nadkarni K.M. Indian Materia Medica, 3th ed. Popular Prakashan, Bombay, 1993.
8. D.M. Colker et al. Effect of Citrus aurantium extract, caffeine and St. John’s wort on bodyfat loss, lipid levels and mood states in overweight healty adults. Current Therapeutic Research vol. 60 (3) March 1999 pp.145-153.
9. Meish WA et al. Influence of grapefruit on caffeine pharmacokinetics andpharmacodynmics. Pharmacotherapy 1996, 16(6): 1046-52.
10. Allen DO et al. Relationships between cyclic AMP levels and lipolysis in fat cells after isoproterenol and Forskolin stimulation. The Journal of Pharmacology and Experimental Therapeutics (1986) 238(2)659-664.
11. Tepperman HM, Dewitt J, Teppermann J. Effect of a high fat diet on rat adipocyte lipolysis: responses to epinephrine, forskolin, methylisobutylxanthine, dibutyryl cyclic AMP, insulin and nicotinic acid. J Nutr (1986) 116(10) 1984-91.
12. Haye B et al. Chronic and acute effects of Froskolin on isolated thyroid cell metabolism. Molecular and Cellular Endocrinology (1985) 43(1) 41-50.

Iscriviti alla newsletter

Ci prendiamo cura di te con aggiornamenti e approfondimenti dal mondo PromoPharma